Musica Felix con La Cantiga de la Serena e Nabil Bey

musica felix ritaglio

Musica Felix – Umberto Giordano 150
Otto appuntamenti di musica, teatro, conversazioni, approfondimenti culturali
A Foggia in concerto per Musica felix
La Cantiga de la Serena e Nabil Bey
Il leader dei Radiodervish ospite speciale dell’originale progetto musicale de La Cantiga de la Serena, itinerario nella musica antica del bacino Mediterraneo, nella musica ebraico-sefardita, negli antichi canti della musica tradizionale araba.
Venerdì 10 marzo all’Auditorium Santa Chiara alle ore 20.00
Evento speciale per la stagione Musica felix, che venerdì prossimo ospita un gruppo musicale e propone un programma di altissimo interesse artistico e culturale.
Fa tappa a Foggia il progetto La Cantiga de la Serena, con la partecipazione straordinaria di Nabil Bey, che affianca Fabrizio Piepoli (voce, santur, tar), Giorgia Santoro (flauti, bansuri, cimbali) e Adolfo La Volpe (oud, saz, bouzouki).
Prezioso itinerario musicale volto al recupero e alla rielaborazione della musica antica del bacino del Mediterraneo, La Cantiga de la Serena propone un repertorio che spazia dai canti cristiani di pellegrinaggio alla musica ebraico-sefardita che nel suo millenario sviluppo lungo le coste del Mediterraneo ha saputo accogliere in sè le influenze celtiche della Galizia spagnola e del Portogallo, i ritmi ipnotici ed incantatori dei nomadi berberi, la raffinata tecnica improvvisativa del maqam islamico, i tempi dispari della musica greca e balcanica.
Un viaggio che è anche esempio significativo di come diverse culture e religioni possano convivere pacificamente e sopravvivere nei secoli attraverso l’esperienza musicale, testimoniando un’epoca in cui le tradizioni musicali appartenenti a popoli differenti si mescolavano ed arricchivano a vicenda in maniera naturale e pacifica.
Il progetto La Cantiga de la Serena prevede l’esecuzione di questo ricco patrimonio musicale attraverso la libera espressione del proprio modo di sentire e filtrare tale tradizione, con l’utilizzo di strumenti che appartengono a diverse culture musicali, mediante esecuzioni che lasciano ampio spazio a momenti improvvisativi.
La straordinaria voce di Nabil Bey, nella doppia veste di cantante e voce recitante, arricchisce lo spettacolo con le sonorità della musica tradizionale araba in un incontro che, attraverso il linguaggio della musica, vuole rappresentare un messaggio di condivisione, rispetto e fratellanza.
Appuntamento imperdibile Venerdì 10 marzo all’Auditorium Santa Chiara alle ore 20.00. Biglietti in vendita presso l’Auditorium Santa Chiara dalle ore 18.00 alle ore 19.45 del giorno dello spettacolo al costo di 8 Euro.
Ingresso ore 19.30 – sipario ore 20.00.
Maggiori informazioni sul sito http://www.apuliafelix.org/

NABIL BEY
Cantautore, scrittore e giornalista. Nasce a Tripoli del Libano. Dopo essersi diplomato al prestigioso college National Orthodox si trasferisce in Italia negli anni Ottanta per terminare gli studi universitari in ingegneria elettronica. Nel 1988 inizia il suo viaggio artistico, fondando il gruppo musicale degli Al Darawish e dando vita alle prime esperienze di musica multietnica in Italia ed inizia così una lunga e ricca carriera musicale.
Nel 1997 prosegue l’esperienza artistica formando i RADIODERVISH, una delle realtà più affermate di World Music in Italia e conosciuta a livello internazionale. Dodici dischi all’attivo e moltissimi concerti nei teatri e nei festival più prestigiosi in Italia e nel mondo: Beirut, Bruxelles, Atene, Parigi (al teatro storico dell’Olympia), Tel Aviv (al prestigioso Tsavta Theatre), Cairo (al famoso Cairo Opera House), Quito-Ecuador, Amman, Tunisia (Jazz festival Carthage) ecc.
Dal1998 al 2007 lavora come corrispondente in Italia per l’emittente internazionale Al Jazeera; a lui era affidato il “punto di vista occidentale” di temi di rilevanza internazionale.
Tantissimi premi e riconoscimenti tra i quali il premio Piero Ciampi per il miglior disco al primo disco del gruppo Radiodervish. Il premio Mediterraneo Arte e Creatività, assegnato congiuntamente alla cantante israeliana Noa dalla Fondazione Mediterraneo, sotto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica Italiana e con il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura e dell’Accademia del Mediterraneo. Il premio “Messaggero di Pace, Città di Otranto” per l’impegno nella diffusione della cultura della pace e nella tutela dei diritti umani.
Nel 2014 ottiene l’incarico al Conservatorio Nino Rota di Monopoli (BA) come docente collaboratore per la disciplina di Etnomusicologia e Storia della musica araba.
Moltissime collaborazioni con i nomi più prestigiosi del mondo della cultura, della musica e del teatro tra i quali Franco Battiato, Noa, Jovanotti, Carlo Lucarelli, Stewart Copeland, Nicola Piovani, Giuseppe Battiston. Coautore insieme a Manlio Sgalambro, del brano “Aurora” musicato da Franco Battiato e pubblicato nel suo album “Apriti Sesamo” (2013).
Autore di numerose traduzioni dall’arabo di raccolte liriche dei poeti più importanti del mondo arabo. Relatore in moltissime conferenze sulla cultura e sulla musica del mondo arabo. La ricerca artistica di Nabil da anni si muove oltre la musica attraversando letteratura, teatro e poesia.

musica felix musica felix1 musica felix 2

Eventi

Leave a Reply