Cecilia Mangini – Visioni e Passioni al Cineporto di Foggia – dal 26 maggio al 8 giugno

VisioniepassioniCineporto

Le fotografie della grande autrice del cinema documentario italiano al CINEPORTO DI FOGGIA (Via San Severo, km. 2,00 – Foggia)
inaugurazione mostra fotografica giovedì 26 maggio ore 18.00
nell’ambito di FOCUS DOC – Sguardi sul documentario italiano,
manifestazione organizzata a cura di Centro Studi di Apulia Film Commission nell’ambito del progetto Cineporti di Puglia a valere su risorse del P.O.R. Puglia 2014-2020
•••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••
“Se mi si chiede cosa sono, io rispondo: “sono una documentarista” (…). Sono convinta che il documentarista è assai più libero del regista di film di finzione, ed è per questo, per la mia indole libertaria con cui convivo fin da bambina, che ho voluto essere una documentarista. Il documentario è il modo più libero di fare cinema”.
L’indole libertaria è quella di Cecilia Mangini, una delle figure più significative della storia del cinema italiana, inarrestabile pioniera del cinema del reale: prima donna a girare documentari nel dopoguerra, l’autrice di capolavori come Ignoti alla città, Stendalì e La canta delle marane, realizzati in collaborazione con Pier Paolo Pasolini, ha raccontato dalla fine degli anni Cinquanta alla metà dei Sessanta un’Italia divisa tra boom economico e contraddizioni sociali.
Festeggiata in giro per il mondo con incontri, personali e retrospettive (ultime, in ordine di tempo, quelle a Parigi e Berlino), Cecilia Mangini torna nella “sua” Puglia – dov’è nata, a Mola di Bari, nel 1927 – in occasione della mostra CECILIA MANGINI – VISIONI E PASSIONI (Fotografie 1952-1965), ideata e realizzata da Associazione Cinema del reale, Erratacorrige, Big Sur e Officina Visioni, con il sostegno di Unione Europea, Fondo per lo Sviluppo e la Coesione, Regione Puglia, Apulia Film Commission, Cineporti di Puglia Bari/Lecce/Foggia in collaborazione con Festival International de Films de Femmes de Créteil, con il patrocinio di Distretto produttivo Puglia Creativa in programma a Foggia al Cineporto, dal 26 maggio all’8 giugno 2016, ingresso libero.
L’esposizione, a cura di Paolo Pisanelli e Claudio Domini (la più grande e completa finora realizzata, corredata da un ricco catalogo),ripercorre le origini del lavoro di Cecilia Mangini, negli anni che precedono la sua affermazione come cineasta e la vedono impegnata come fotografa: “una grande fotografa – come sottolinea nel catalogo Maurizio Sciarra, Presidente di Apulia Film Commission – una reporter rigorosa e coraggiosa, che scopre il Sud, da donna e da artista, in un’epoca in cui le donne portavano i fazzoletti neri in testa e gli occhi bassi”.
Un percorso che, attraverso progetti espositivi ‘site specific’ realizzato da Maurizio Buttazzo e Francesco Maggiore, segue l’avventura fotografica di Cecilia Mangini: Panarea e il bianco abbacinante delle cave di pomice di Lipari, la Puglia sospesa tra tradizione e consumismo (con le immagini della Fiera del Levante del 1960), la Firenze popolare che diventerà poi protagonista del documentario La Firenze di Pratolini, le periferie milanesi. Senza dimenticare la straordinaria trasferta nel Vietnam del 1965, per la preparazione (insieme al compagno di vita e lavoro Lino Del Fra) di un film mai realizzato; e ancora, una galleria di ritratti dei grandi del tempo (da Pasolini a Moravia, da Fellini a Carlo Levi, da Montanelli a Flaiano, da Chaplin a Steinbeck, da John Huston a Malaparte). e la sezione inedita “Dietro LA LEGGE” fotografie di backstage scattate su un grande set dimenticato, quello de La Legge, che nel 1958 riunì a Carpino, nell’entroterra del Gargano, il regista Jules Dassin e le star Gina Lollobrigida, Marcello Mastroianni, Yves Montand, Melina Mercouri e Pierre Brasseur.
“Cosa significa “essere una fotografa?” Significa spogliarsi di tutte quelle che sono le nostre idee preconcette e andare in cerca… non della verità, la verità non esiste. È andare in cerca di qualcosa di molto più profondo della verità, qualcosa di assolutamente nascosto… e la fotografia, come tutto ciò che è un’icona, lo rivela.” Cecilia Mangini
•••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••••
RASSEGNA CINEMATOGRAFICA
CECILIA MANGINI – Visioni e passioni
nell’ambito di FOCUS DOC, sguardi sul documentario italiano – Circuito D’Autore
a cura di Francesca R. Recchia Luciani per Centro Studi AFC
Proiezioni giovedi 26 maggio dalle ore 19.00 alle ore 20.30
LA PASSIONE DEL GRANO
di Lino Del Fra, in collaborazione con Cecilia Mangini 10’
UN VIAGGIO A LIPARI
di Paolo Pisanelli fotografie di Cecilia Mangini 7’
LA SCELTA
di Cecilia Mangini 13’
DIVINO AMORE
di Cecilia Mangini 10’
TOMMASO
di Cecilia Mangini 13’
ESSERE DONNE
di Cecilia Mangini 28’
Proiezioni venerdì 27 maggio dalle ore 18,00 alle ore 21.30
DIETRO “LA LEGGE”
di Paolo Pisanelli fotografie di Cecilia Mangini, 8’
IGNOTI ALLA CITTA’
di Cecilia Mangini 11’ testo di PierPaolo Pasolini
STENDALI’ (Suonano ancora)
di Cecilia Mangini 11’ testo di PierPaolo Pasolini
LA CANTA DELLE MARANE
di Cecilia Mangini 11’ testo di PierPaolo Pasolini
ALLARMI SIAM FASCISTI
di Lino Del Fra, Cecilia Mangini, Lino Miccichè testo di Franco Fortini 113’ 1961-62
Prossimo appuntamento con Cecilia Mangini
CINEPORTO DI LECCE
dall’11 giugno al 25 giugno 2016)
INFO
Archivio Cinema del reale
Tel. 0832 346903
Cell. 393 9549287
www.cinemadelreale.it
https://it-it.facebook.com/cinemadelreale.it
https://incrocionline.wordpress.com/2016/04/08/visione-fotografica-e-passione-libertaria-di-cecilia-mangini/

Notizie

Leave a Reply