CON ALMA TRIO – SAN SEVERO WINTER JAZZ al Caffè tra le Righe

sanseverojazz18nov

Venerdì 21 novembre alle ore 21.30 al Caffè tra le Righe, via De Cesare, 13, San Severo. Tel. 342 103 8402
SAN SEVERO WINTER JAZZ FESTIVAL – Edizione 2016/17
Direzione Artistica: Antonio Tarantino
Produzione & Organizzazione: Paola Marino
Info & Prenotazioni:
348 04 22 174 – Associazione Amici Jazz San Severo
342 10 38 402 – Caffè Tra Le Righe@Spazio Off
Venerdì 18 Novembre – Ore 21,30
Riflettori Accesi Sul Jazz Made In Puglia
Dopo il sold out del 21 ottobre scorso, sul palco del Caffè Tra Le Righe@Spazio Off & Assoc.Amici Jazz San Severo ci sarà uno dei più longevi gruppi del jazz pugliese per presentarci il loro ultimo lavoro discografico:
” Con Alma ” (Abeatrecords 2016)
CON ALMA TRIO
featuring:
VITO DI MODUGNO: hammond organ
GUIDO DI LEONE: acoustic guitar
MIMMO CAMPANALE: drums
“Con Alma”
è il titolo di un brano di Dizzy Gillespie del 1954 presente nell’album Afro, ed è inequivocabilmente l’ALMA, l’ANIMA, che caratterizza il lavoro discografico del trio, ad incominciare dall’immagine di copertina sulla quale sono raffigurati i tre protagonisti in una posa alquanto allegra che li ritrae abbracciati e sorridenti davanti all’hammond di Di Modugno.
Vito Di Modugno è tra i migliori hammondisti in circolazione, ricordando che è stato eletto tra i migliori organisti al mondo dalla rivista americana “Downbeat”. La rivista “Musica Jazz” lo ha inserito tra gli specialisti dell’organo hammond dedicandogli uno speciale inserto con cd dedicato alla storia di questo strumento, e che è risultato continuamente vincitore nel 2011, 2012 e 2014 del Jazzit Award come migliore organista italiano.
sanseverojazz18nov
Nel corso della sua attività concertistica ha collaborato inoltre con musicisti di fama internazionale come Dionne Warwick, Jeff Berlin, Dennis Chambers, Bob Mintzer, Randy Brecker, Bobby Watson, Robben Ford, Michael Mossman, Irio De Paula, Tony Scott, Billy Hart, Rachel Gould, Dave Liebman, Urbie Green, Jazz Studio Orchestra, Enrico Rava, Patrizia Conte, Tiziana Ghiglioni, Gianni Basso, Tullio De Piscopo, Salvatore Bonafede,
Andrea Braido, Eddy Palermo, Gigi Cifarelli, Fabio Zeppetella ecc…
Questo nuovo progetto musicale è stato molto apprezzato dai più importanti critici musicali di casa nostra, come Flavio Caprera che su Jazz Convention a settembre 2016 scrive: “ un disco di classe, l’incontro del Con Alma Trio, un lavoro di qualità che vede tre nostri titolati musicisti pugliesi “.
Ed ancora, “Swing vellutato e privo si smancerie” quanto descritto nelle note di copertina da Nicola Gaeta, noto critico musicale che scrive su Musica Jazz, riassumendo così una delle peculiarità di questo disco. Molto apprezzato anche dal discografo Sergio Veschi – Red Records, con cui ha inciso numerosi dischi e già ospite della nostra rassegna qualche anno addietro.

Il tipico Organ Trio propone un repertorio di originals, standards jazz, e un omaggio a due punti di riferimento di questo stile come Wes Montgomery e Jimmy Smith.
Lo spirito del disco rotea intorno al feeling intenso che intercorre fra Di Modugno, Di Leone e Campanale, legati da una solida amicizia, ormai trentennale.
Guido Di Leone,
è un chitarrista jazz dalla spiccata creatività, da tempo impegnato nella diffusione del jazz: sono trent’anni che, grazie al suo “fiuto”, porta avanti la scuola di musica “ Il Pentagramma ” di Bari, fucina di giovani talenti.
La sua spiccata capacità di accompagnatore, e la buona conoscenza degli standard jazz, lo porta spesso a suonare ed incidere frequentemente con i numerosi validissimi colleghi pugliesi, ma anche con noti artisti internazionali (Mark Murphy, Jerry Bergonzi, Paolo Fresu, Fabrizio Bosso, Jim Rotondi, Renato Chicco, Jim Snidero, Michele Hendricks, Tiziana Ghiglioni, Andy Watson, Claudio Fasoli, Gianluigi Trovesi, Franco Cerri, Gianni Basso, Ira Coleman, Gary Smulyan, Dado Moroni, Mal Waldron…)
Mimmo Campanale,
batterista dalle svariate esperienze musicali con particolare interesse nell’ambito della musica Jazz. Nel suo percorso musicale ha collaborato con vari musicisti italiani e stranieri tra cui: Maurizio Giammarco, Roberto Ottaviano, Tiziana Ghiglioni, Phil Woods, Gianni Basso, Lee Konitz, Peggy Stern, Furio Di Castri, Paolo Fresu,Bruno Bobby Watson, Randy Brecker, Bob Mintzer e tanti altri ancora.
Questo disco risulta essere una squisita miscellanea di stili e modi d’essere. Il lavoro presenta delle particolarità alquanto interessanti dove fra i tre musicisti viene a crearsi un intrecciato gioco di scambi di ruoli, evoluzioni sonore e alternanze virtuose che sfociano nelle due differenti composizioni dedicate a Jimmy Smith da Di Modugno, e a Wes Montgomery da Di Leone. Un copioso contributo viene prestato dalla formidabile esecuzione di Campanale con una precisione a dir poco metronomica, il batterista segue l’hammond e la chitarra in un tripudio di scansioni ritmiche che fanno entusiasmare chi l’ascolta.
CON ALMA, afferma il direttore artistico Antonio Tarantino, presentiamo al San Severo Winter Jazz Festival un progetto denso di inventiva, swing, tecnica smagliante e voglia di divertirsi. Un elemento quest’ultimo che pur sembrando non andare più di moda è in realtà spesso fondamentale per trasmettere quel sentimento che appartiene soprattutto al jazz (gioioso) del passato e che sentiamo il bisogno di recuperare.
Antonio Tarantino
Direttore Artistico San Severo Winter Jazz Festival
Presidente Associazione Amici Jazz San Severo
Per saperne di più, consultare:
www.vitodimodugno.it
www.guidodileone.com
www.mimmocampanale.com

Notizie

Leave a Reply