“Favola – C’era una volta una bambina, e dico c’era perché ora non c’è più” di Filippo Timi al Teatro Comunale “U. Giordano” il 14 e 15 aprile

Filippo-Timi

Una “favola” surreale, cinica e brutale, che disvela i peccati e l’ipocrisia della società americana degli anni ’50, edulcorata dai miti cinematografici e pubblicitari dell’epoca – Cala il sipario sulla stagione di prosa 2014 – ’15 allestita dal Comune di Foggia in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese 

Filippo Timi è autore, interprete nonché  regista, di “Favola”, lo spettacolo prodotto dal Teatro Franco Parenti, che andrà in scena martedì 14 aprile e in replica  il giorno  successivo al Teatro Comunale “U. Giordano” di Foggia.

Con quest’ultimo spettacolo cala il sipario sulla stagione di prosa 2014 – ’15, allestita dall’Assessorato  alla Cultura del Comune di Foggia, in sinergia con il circuito del Teatro Pubblico Pugliese.

“C’era una volta una bambina, e dico c’era perché ora non c’è più”, recita il sottotitolo di questa piéce, che gioca con gli stereotipi femminili e maschili della società americana, ambientata in una cittadina qualunque  degli anni ’50, in cui per ogni donna la vita doveva essere per forza lieve e felice come in un film di Doris Day.

È la storia di due amiche, entrambe sposate, una incinta, che conducono apparentemente una vita tranquilla, normale, ma poi si scopre che i mariti non sono quel che sembrano: uno è violento, l’altro forse omosessuale.

Ma soprattutto accade una cosa folle che cambierà la vita di tutti: una sorta di “mutazione genetica” che modificherà l’equilibrio delle relazioni e delle dinamiche fra i personaggi.

Una favola surreale, appunto, quella di Mrs. Fairytale, la protagonista interpretata da Filippo Timi – attore dirompente, tra i più apprezzati del cinema e del teatro italiano – che porta la favola nel nome, come un destino, e dell’amica Mrs. Emerald (Lucia Mascino), due mogli perfette, amate, o così sembra, i cui segreti vengono fuori uno dopo l’altro, uno più sconvolgente dell’altro, fino alla conclusione e al ribaltamento finale.

Tutto sotto gli occhi di Luca Pignagnoli, interprete di Ted, Tim e Glenn Stewart.

Molti sono nello spettacolo i rimandi cinematografici, dal ricordo di Doris Day, la fidanzata d’America, all’abito con la gonna di tulle bianco di Fairytale, simile a quello di Grace Kelly nella “Finestra sul cortile” di Alfred Hitchcock, al nome del marito violento di Fairy, Stan, diminutivo di Stanley, il brutale quanto irresistibile polacco interpretato da Marlon Brando in “Un tram chiamato desiderio”.

L’allestimento di “Favola” è di Emanuele Salamanca, i costumi sono dell’Atelier Mej Mej, la direzione creativa di Fabio Zambernardi; numerosi gli inserimenti video di pubblicità dell’epoca, provenienti dalla Fondazione Cineteca Italiana, di Milano.

Sipario ore 21,00

Prezzi biglietti

Poltrona e posto di palco I e II fila                 € 25,00

Ridotto poltrona e palco I e II fila                  € 20,00

Suppletivo ai palchi di I e II fila centrali        € 15,00

Posto di palco III fila numerato                     € 18,00

Ridotto posto di palco III fila numerato         € 15,00

Loggione posto unico                                     € 10,00

I biglietti sono in vendita online sul sito del circuito Bookingshow www.bookingshow.it oppure nei punti vendita autorizzati; gli invenduti, invece, potranno essere acquistati il giorno precedente lo spettacolo presso il botteghino del teatro Giordano ed anche il giorno stesso della rappresentazione a partire dalle ore 18,00.

Eventi Notizie

Leave a Reply