Manfredonia aderisce alla “Settimana di Azione contro il razzismo”, dal 16 al 22 marzo, con uno striscione a Palazzo San Domenico ed un’iniziativa che si svolgerà alla Casa dei Diritti.

no razzismo

Uno striscione sulla balconata che dalla sede comunale di Palazzo San Domenico si affaccia sulla centrale Piazza del Popolo ed un’iniziativa creata ad hoc dall’assessore Paolo Cascavilla e dall’assessora Antonella Varrecchia, denominata “Aggiungi il mondo a tavola”: è così che la città di Manfredonia aderisce alla “Settimana di Azione contro il Razzismo”. Anche quest’anno, infatti, l’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali) del Dipartimento per le Pari Opportunità, in collaborazione con ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università, della Ricerca), organizza la “Settimana di Azione contro il Razzismo”: campagna di sensibilizzazione giunta alla sua undicesima edizione e in programma dal 16 al 22 marzo, alla quale sono stati invitati a partecipare tutti i sindaci italiani per contrastare ogni forma di discriminazione ed intolleranza. “Accendi la mente, spegni i pregiudizi”, questo lo slogan della campagna, con l’invito ad accendere la mente per aprirsi all’altro, imparare a conoscersi per superare i propri pregiudizi.

Le Nazioni Unite scelsero la data del 21 marzo come “Giornata Mondiale contro il Razzismo” per ricordare il massacro di Sharpeville del 1960, la giornata più sanguinosa dell’apartheid in Sudafrica. Quel giorno 69 manifestanti di colore, che protestavano contro l’introduzione dell’Urban Areas Act (provvedimento che imponeva ai cittadini sudafricani neri di esibire uno speciale permesso, se fermati nelle aree riservate ai bianchi), vennero uccisi da 300 poliziotti bianchi.

La Città di Manfredonia ha aderito all’iniziativa e, come pensato dall’assessore Cascavilla, il centro interculturale Casa dei Diritti diventerà il fulcro intorno al quale si svilupperà “Aggiungi il mondo a tavola”. “Con l’aiuto delle scuole e con le associazioni partner – spiega la Varrecchia – il Comune di Manfredonia intende promuovere inviti reciproci a pranzo, momento conviviale per eccellenza, al fine di creare un occasione di relazione e di conoscenza reciproca. Le scuole della città che hanno alunni stranieri saranno invitate a sensibilizzare tutte le famiglie affinché aderiscano a tale iniziativa”. “La presenza in città di numerosi cittadini stranieri, ma soprattutto di nuclei familiari, diventa un’opportunità anche per conoscere – aggiunge Cascavilla – elementi e aspetti della loro cultura spesso tenuti nascosti e frenati dai pregiudizi e da contesti che non permettono occasioni di incontro. I partecipanti potranno raccontare con video, foto, ecc. questa esperienza .Il materiale raccolto verrà esposto presso la Casa dei Diritti, a Siponto, organizzando contestualmente un momento di festa”. “Non possiamo che essere partecipi attivamente in iniziative come questa, soprattutto in un momento storico in cui la rabbia sociale sempre più crescente, a causa anche di una crisi economica che attanaglia tutti, trova sfogo nell’odio per il prossimo e per il diverso. E’ necessario, piuttosto, diffondere un nuovo modello di convivenza e di integrazione – osserva il sindaco Angelo Riccardi – che possa estirpare ogni forma di discriminazione, in continuità con l’opera di educazione alla legalità ed alla cittadinanza responsabile avviata da anni”.

Eventi Notizie

Leave a Reply