Mostra personale di Leon Marino c/o associazione di promozione sociale CREO

leon marino

Mostra personale di Leon Marino “Fantastico Mediterraneo”, dal 7 al 20 aprile a Foggia, c/o associazione di promozione sociale CREO

leon marino

 

E’ stata inaugurata venerdì 7 aprile alle ore 19,30 nei locali dell’associazione di promozione sociale – CREO – a Foggia, in via Lustro n°3 la mostra personale dell’artista Leon Marino, dal titolo “Fantastico Mediterraneo”, a cura di Angelo Pantaleo e Francesca Roberto.
Fantastico Mediterraneo è una grande opportunità che ci permette di riflettere insieme all’artista sui grandi temi della vita, e scoprirne la bellezza della fantasia che si stempera nelle sue tele, che come dice Marino: “Spesso dipingo come un cieco che non è distratto da nulla, tranne che dal mormorio della sua anima e allora trabocco in una realtà sognante, quasi infantile, e godo della mia pittura con immagini e spazi ben definiti”. E più in là: “così da nuda tela bianca e da un’ essenza di materia colorata la mia anima si rivela e prende forma… Dice ancora la mia anima: “Vedi quel quadro? Ebbene sono io!
Forma del tuo seme spirituale, germoglio del tuo campicello, espressione della storia dai calcagni logori…!”.
Ed è proprio al crocevia continua Marino, di una grande passione spirituale (proprio com’è la mia passionalità pittorica / mediterranea) che ti rendi conto che di tutto ciò che resta in un volod’amore, sono solo un paio di ali stanche. E non ci puoi fare niente! Niente! Niente! Perché la Mediterraneità che hai nel sangue e che governa i tuoi organi vitali… giunge alla tua anima d’artista con prepotenza, quasi fino a farti male e, crescendo nella speranza e nei significati più profondi della vita, si acutizza intenzionalmente, nel suo essere virgola di un pensiero immaginativo e storico.
Oppure, senza nemmeno un “Perché” raggionevolmente indiscutibile, come ogni destino inconsapevole… la tua devozione all’Arte e alla tua Mediterraneità diventa il codice stesso della tua anima da rispettare, diventa il tuo essere artista e non altro, la tua storia e non altro, proprio laddove hanno vissuto i tuoi popoli e non altri popoli, laddove sono state edificate le tue Cattedrali e non altre Cattedrali, laddove l’orgoglio dei tuoi padri conosciuti insiste, e non altri orgogli paterni hanno prerogativa, perché misconosciuti.
Ed è qui! Proprio qui! In quest’area cristallizzata dalla lucentezza del sole Mediterraneo che la mia pittura si misura e si indentifica Mediterranea.
Proprio qui dove io continuo a dipanare, con insistenza, le mie ore Mediterranee, e il mio tempo Mediterraneo, speso a dipingere, acquista il suo valore Mediterraneo…
E nulla! Dico nulla! Dico niente! E’ tanto miracolosamente pittorico è Mediterraneo. E allora coniugare il mio presente Mediterraneo con il mio passato Mediterraneo, è obbligo morale per me “artista” tenere Fede alle proprie origini, perché ciò significa tenere Fede alla propria anima Mediterranea, tenere Fede al sangue del proprio sangue, tenere fede alla Storia della propria Storia, Fede all’eredità della propria eredità, Fede alle somiglianze delle proprie somiglianze… datosi che il Mediterraneo genera solo Mediterraneo! Ed io per dovere di convinzione certa, non posso essere altro e non un’ altro fuori di me, fuori dall’essere semplicemente un artista Mediterraneo di questo “Fantastico Mediterraneo.

CONTRIBUTO CRITICO| Gaetano Cristino
CURATORS | Angelo Pantaleo | Francesca Roberto
VERNISSAGE | 11 marzo 2017 – Ore 18,30
FINISSAGE | 25 marzo
INFO | fineart.creo@gmail.com
Cell: 328-2781831 | 329-7450972

Attività

Leave a Reply