Mostra su Sant’Alfonso de Liguori a Deliceto

mostra-deliceto

Mostra su Sant’Alfonso de Liguori, a cura di Rocco Marino e Vincenzo Mazzarella, a Deliceto nella Chiesa di Sant’Anna e Morti in Corso Regina Margherita, dall’8 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017

La Mostra celebra la figura di Sant’Alfonso nella sua interezza: l’uomo di fede, vescovo e dottore della Chiesa, fondatore della Congregazione del Santissimo Redentore, autore della Teologia morale ma anche il dotto, il giurista frequentatore della Confraternita dei dottori presso la chiesa dei Girolamini di Napoli, compositore del canto “Tu scendi dalla stelle”.

mostra-deliceto

Questa pastorale originariamente in napoletano e intitolata “Quanno nascette Ninno” fu composta secondo la tradizione nel Convento di S. Maria della Consolazione, nel territorio di Deliceto, tra il 1744 e il 1754 periodo in cui egli fu il direttore di quella che divenne la terza casa redentorista. La presenza di Sant’Alfonso a Deliceto ha lasciato anche una serie di oggetti, libri, tessuti oltre al grande lascito spirituale dell’autore della Teologia morale; l’intento della Mostra è quello di ricostruire la figura del grande uomo attraverso gli oggetti che ha utilizzato, come la scrivania sulla quale avrà meditato e portato a temine la stesura delle sue opere, come i frammenti di tessuto dei vestiti che ha indossato o come la I edizione della Teologia morale o alcuni suoi ritratti, tutti oggetti conservati nel Museo Sant’Anna e visitabili durante l’anno, ma che in occasione della Mostra sono stati valorizzati e associati, grazie alla disponibilità di Vincenzo Mazzei che li ha concessi in prestito, a una serie di libri, incisioni e ritratti esposti per la prima volta al pubblico.

Il Museo Sant’Anna ben si presta al compito, dato che in qualità di museo della Chiesa di Sant’Anna e Morti, la quale ha beneficiato della guida dei Redentoristi come padri spirituali della Congregazione, è il luogo idoneo alla conservazione e alla divulgazione del patrimonio materiale e spirituale ereditato a vantaggio soprattutto delle nuove generazioni.

da FoggiaToday

Eventi

Leave a Reply