Musica Civica: 7 e 8 marzo due giorni dedicati ai talenti di Capitanata

programma musica civica

Sabato 7 marzo ore 19.00 San Severo, Teatro Comunale “G. Verdi” e domenica 8 marzo ore 18.00 Foggia, Teatro del Fuoco
CONVERSAZIONE e CONCERTO con Talenti di Capitanata per il mondo Christian De Luca, pianoforte Cellophonia Quartet, quartetto di violoncelli Francesco Montaruli, I violoncello Gianluca Montaruli, II violoncello Gianni Cuciniello, III violoncello Francesca Della Vista, IV violoncello Ripalta Bufo, soprano Umberto Sangiovanni & Dauniorchestra Umberto Sangiovanni, pianoforte Marta Colombo, voce Adriano Matcovich, basso Interviste di Micky De Finis

PROGRAMMA
F. Liszt: Rapsodia Spagnola Christian De Luca, pianoforte
N. Rota: Four Rota for Four Medley da Amarcord, La strada, I Vitelloni, 8 e mezzo
H. Mancini: The Pink Panter Cellophonia Quartet, quartetto di violoncelli
W. A. Mozart: Der Hölle Rache Aria della Regina della Notte dal Flauto Magico
U. Giordano: Io son nel castello del re Aria di Rosalina dall’opera Il Re
L. Bernstein: Glitter and Be Gay Ripalta Bufo, soprano
U. Sangiovanni: Come un chicco di grano Dall’album “Sciamboli e Nuovi Inverni”su testo tradizionale del subappennino dauno declamato per amore nel periodo di Carnevale
U. Sangiovanni: Strano paese Da un testo inedito del fumettista Andrea Pazienza
U. Sangiovanni: Come un bel dì di maggio Liberamente ispirato all’opera di Umberto Giordano “Andrea Chenièr” Umberto Sangiovanni & Dauniaorchestra

Note d’ascolto: Da anni Musica Civica dedica uno degli otto eventi del cartellone ai talenti della nostra terra, a coloro che, nati in Capitanata e acquisita la loro formazione in questo territorio, hanno poi costruito carriere riconosciute a livello internazionale e, in alcuni casi, hanno dovuto scegliere di vivere lontano dalla Puglia. Si tratta, in questa edizione, del pianista di San Giovanni Rotondo Christian De Luca, attualmente residente a New York dove è stato ammesso a studiare con una borsa di studio alla prestigiosa Juilliard School of Music, una delle università musicali più importanti al mondo, del quartetto di violoncelli Cellophonia Quartet, nato in seno al conservatorio di Foggia e formato dai migliori allievi ed ex allievi del docente titolare di cattedra, il noto violoncellista Francesco Montaruli, il soprano di Cerignola Ripalta Bufo, vincitrice di premi internazionali importantissimi e conosciuta al grande pubblico grazie alla sua partecipazione alla trasmissione Italia’s got Talent 2013, a seguito della quale ha firmato un contratto con la Sony Records e infine la Dauniaorchestra guidata da Umberto Sangiovanni, pianista e compositore foggiano ora residente a Roma, noto in Italia e all’estero per le sue composizioni, i suoi spettacoli originali, il suo pianismo eclettico e il suo impegno per il recupero della tradizione popolare pugliese mediante una rilettura in chiave jazz e contemporanea di testi contadini e folk. Le quattro realtà artistiche pugliesi si racconteranno al pubblico di Musica Civica, pungolati dalle interviste sempre effervescenti del giornalista Micky De Finis, e daranno prova del loro livello musicale proponendo pezzi di grande fascino e di estremo virtuosismo. Dalla rocambolesca Rapsodia spagnola di Liszt, un vero manuale delle maggiori arditezze pianistiche, alle trascrizioni per quattro violoncelli di pezzi legati alla musica per il cinema, dalle tre arie d’opera che richiedono un controllo tecnico della voce e una capacità interpretativa che solo grandi cantanti possono sfoggiare ai brani del compositore foggiano Sangiovanni, uno dei quali su testo di Andrea Pazienza, altro talento indiscusso e figlio della Capitanata. CHRISTIAN DE LUCA Nato a San Giovanni Rotondo nel 1993, inizia i suoi studi musicali all’età di otto anni, diplomandosi al Conservatorio di Foggia a 18 anni con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore sotto la guida di Claudio Trovajoli. Durante il suo percorso di studi partecipa a vari concorsi pianistici, classificandosi sempre al primo posto (“Giovani Esecutori” di Torremaggiore, “Fiori Musicali”, “I Musici” a San Severo, “Città di Ortona” – Premio Assoluto con borsa di studio, “Città di Rocchetta”, Internazionale “Città di Gravina in Puglia” ecc.). Frequenta molte masterclass, ottenendo sempre significativi apprezzamenti da parte di eminenti pianisti quali Andaloro, Baglini, Gulda, Lonquich, Lupo, Margarius, Ossipova, Virsaladze. Già da alcuni anni, De Luca svolge un’intensa attività concertistica che lo vede presente in prestigiose sale italiane, come il Teatro Sociale di Como, il Teatro Verdi di Trieste, il Teatro Ristori di Cividale del Friuli, la Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra a Roma, il Teatro del Fuoco di Foggia. Nel 2012 si classifica secondo con Menzione Speciale al Premio Nazionale delle Arti, competizione che vede la partecipazione dei migliori diplomati dei conservatori italiani. Nel 2013, si distingue in importanti concorsi pianistici internazionali, come il Grand Prix de Piano de Lyon e il Clara Haskil. Nel 2014 risulta vincitore assoluto, aggiudicandosi anche il premio del pubblico, del concorso internazionale per pianoforte e orchestra “Città di Cantù”, nella sezione dedicata ai concerti romantici. Nell’occasione, si esibisce al Teatro Sociale di Como eseguendo il Totentanz di Liszt, accompagnato dall’Orchestra Filarmonica “Mihail Jora” di Bacau. La stampa descrive la sua interpreta zione come una “fantastica combinazione di grazia, passione, e virtuosismo”. Attualmente è iscritto al biennio concertistico presso il Conservatorio Giordano di Foggia nella classe di Claudio Trovaioli, di cui è stato assistente presso l’Istituto Pontificio di Musica Sacra a Roma. Da settembre 2014 frequenta la Juilliard School of Music di New York, beneficiando della “John & Eva Post Scholarship”.

CELLOPHONIA QUARTET – Primo violoncello FRANCESCO MONTARULI Il Cellophonia Quartet è una formazione caratteristica nel panorama musicale contemporaneo tesa a valorizzare appieno l’estensione tecnica ed espressiva del violoncello. L’unione timbrica di quattro violoncelli incanta e affascina l’uditorio, trascinato da un continuo gioco delle parti, in cui i caratteri di ognuno si alternano e si completano. Nato a Foggia su impulso di Francesco Montaruli, titolare di cattedra del Conservatorio “U. Giordano” e maestro di tutti gli altri tre musicisti, il quartetto ha un vasto repertorio, che spazia da brani classici fino ad elaborazioni di musiche da film appositamente scritte per questa formazione da Benedetto Montebello. Sia i brani originali che le trascrizioni rendono appieno la bellezza delle musiche nella particolare cornice timbrico-espressibva delle voci dei quattro violoncelli. Francesco Montaruli, diplomato in violoncello col massimo dei voti, è un solista e un camerista dalla carriera ricca di collaborazioni importanti. Violoncellista per anni dei Solisti Dauni, ha effettuato concerti in varie formazioni nelle più importanti città europee (Parigi, Berlino, Istanbul, Colonia, Lione, Roma ecc.) ed ha suonato, spesso in veste di primo violoncello, in orchestre come quella del Teatro Petruzzelli di Bari, del Teatro Rendano di Cosenza, la Scarlatti di Napoli, l’orchestra della RAI di Roma, l’orchestra sinfonica abruzzese, l’orchestra Filarmonica Marchigiana e molte altre, collaborando con artisti del calibro di Ennio Morricone, Louis Bacalov, Michele Placido, Ugo Pagliai, Jerry Lewis, Burt Bacharach, Charlie Haden, Gustav Leonhardt, Mario Brunello. Dal 2003 al 2009 è stato violoncellista dell’ensemble barocco L’arte dell’Arco di Padova con cui nel 2005 ha effettuato una tournée di 12 concerti in Giappone, riscuotendo un grande successo di critica. Ha collaborato col gruppo da camera I Solisti Filarmonici Italiani col quale si è esibito negli Stati Uniti, in Giappone e in Spagna nel corso di vari anni di collaborazione. All’attività concertistica unisce quella didattica al Conservatorio “U. Giordano” di Foggia dove è titolare di cattedra dal 1989.

RIPALTA BUFO Una forza della natura: capace di commuovere, trascinare, smuovere gli ascoltatori e finanche gli interpreti che con lei hanno diviso palco, repertori e passione per la musica. Soprano lirico leggero, cerignolana, innamorata della sua città, si accosta sin da bambina al mondo della musica studiando da quando aveva sei anni il clarinetto piccolo. Dopo la maturità classica intraprende la carriera universitaria iscrivendosi a lettere moderne presso l’università di Foggia e nel 2013 si diploma al Conservatorio di Musica “U. Giordano” in canto lirico con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore sotto la guida di Maria Paola De Luca. Studia recitazione e dizione, calcando il palcoscenico anche come attrice in tragedie greche e latine come il Miles Gloriosus e l’Anfitrione di Plauto e la Lisistrata di Aristofane. Tanti i premi e i riconoscimenti: nel 2010 “Premio Teatro San Carlo” nel prestigioso teatro napoletano, nel 2011 vincitrice assoluta del 14° Concorso Lirico Internazionale “U. Giordano”, nel 2013 vincitrice di due borse di studio al Teatro Petruzzelli di Bari, finalista di “Castrocaro Lirica” a Correggio con Daniela Dessì, Fabio Armiliato e Angelo Branduardi, solo per citare i principali. Nota al pubblico televisivo per la sua magistrale interpretazione dell’aria della Regina della Notte alla finalissima della trasmissione Italia’s Got Talent 2013, firma un contratto con la Sony Records e collabora in progetti di portata internazione con Roberto Bonaventura, già autore di Luciano Pavarotti. Ospite d’eccezione all’edizione Cantagiro 2013 con Jimmy Fontana e Irene Fornaciari, duetta anche con Albano Carrisi. Debutta in Mese Mariano e Fedora di Giordano al Festival Giordano di Baveno e al Teatro Garibaldi di Lucera, nel Filosofo di campagna di Galuppi, nei rossiniani Viaggio a Reims e Barbiere di Siviglia al Teatro Manzoni di Milano e al Teatro Valle di Roma. Porta alto l’onore pugliese a Praga, Londra, Barcellona e in tutte le città e i teatri in cui si esibisce. Continua i suoi studi di canto lirico frequentando il biennio specialistico presso il conservatorio “U. Giordano” di Foggia con Maria Paola De Luca e specializzandosi con il celebre soprano Luciana Serra.

UMBERTO SANGIOVANNI & DAUNIAORCHESTRA La DauniaOrchestra è un gruppo musicale che spazia dal jazz alla musica popolare nato su iniziativa di Umberto Sangiovanni, il pianista e compositore pugliese da anni impegnato nel recupero della tradizione popolare e dialettale della sua regione d’origine. Il gruppo ha partecipato a numerosi festival e rassegne, come Roma Jazz Festival, Umbria Jazz, Notte della Taranta, Jazz festival di Valladolid in Spagna e ha suonato a Stoccarda, Londra e in molti Istituti Italiani di Cultura proponendo originali progetti di promozione della cultura popolare del Sud Italia. Molto apprezzate le produzioni discografiche: due CD con Rai Trade (“La controra” nel 2004 e “Calasole” nel 2006, entrato nella “album top” della World Music Charts di iTunes e dedicato alla figura del sindacalista cerignolano Giuseppe Di Vittorio), “Sciamboli e nuovi inverni” nel 2010, dedicato ai cosiddetti canti dell’altalena ritrovati nel subappennino dauno, “Di fame Di denaro Di passioni” nel 2012, quest’ultimo dedicato a Matteo Salvatore e segnalato tra i quattro CD finalisti del “Premio Tenco”. Ha realizzato concerti in diretta radiofonica con Radio3 Suite, Concerti del Quirinale a Radio3, “Storie Interrotte”, Radio In Blu, Radio Popolare, France Musique Radio, Radio Rai Filodiffusione, Radio Città Futura ecc. Nel 2006 riceve il “Premio Lunezia” per il CD “La controra” e nel 2007 il brano Calasole, viene scelto dal regista Ferzan Ozpetek quale colonna sonora per lo spot dell’AIRC (Ass. italiana per la ricerca contro il cancro). Umberto Sangiovanni, come solista e autore di colonne sonore, ha vinto il premio “Sergio Leone” ed è stato selezionato per i David di Donatello. Negli ultimi anni la sua musica ha accompagnato gli spettacoli teatrali di Luca Argentero, Sergio Rubini, Paolo Sassanelli, Valerio Aprea. Il suo ultimo lavoro musicale, Strano paese, su testo inedito del fumettista pugliese Andrea Pazienza, è stato parte di un progetto benefico con quindici tra i maggiori attori italiani (Neri Marcorè, Amilio Solfrizzi, Bianca Guaccero ecc.). Il brano, scritto in favore del Gargano a seguito degli eventi climatici che lo hanno fortemente segnato, è stato tra i più venduti su iTunes.

Attività Eventi Notizie

Leave a Reply