Napoli e le sue intramontabili melodie in un grande concerto di Mario Salvatore al Teatro Comunale “U. Giordano” di Foggia il 12 maggio prossimo

Locandina  Così cantava Napoli

Così cantava Napoli – Canzoni dell’anima meridionale”, un evento in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e Spettacolo del Comune di Foggia – Il cantante foggiano, di origine napoletana, è considerato uno degli ultimi grandi interpreti della canzone napoletana

Sensibile e raffinato interprete delle “Canzoni dell’anima meridionale” – come recita il sottotitolo della manifestazione – il cantante foggiano, figlio di genitori napoletani, riproporrà i brani più classici del repertorio partenopeo attraverso una delle forme più tipiche della grande ed intramontabile tradizione napoletana: quella della cosiddetta “Posteggia”.

I posteggiatori, ricordiamo, erano musicisti di strada che, prima della nascita dei moderni mass-media, diffondevano dal vivo le canzoni, suonando e cantando nelle piazze e nei locali di ritrovo, utilizzando gli strumenti tipici della melodia napoletana: chitarra, mandolino e flauto.

Lo spettacolo rappresenta un itinerario nella più profonda cultura meridionale, nelle sue melodie più autentiche, nella sua identità più vera, ripercorrendo oltre un secolo di storia della canzone classica napoletana.

Una manifestazione artistica di rilevante spessore culturale, finalizzata alla diffusione ed all’approfondimento di questa grande esperienza, che tanta parte ha avuto anche nella diffusione della cultura italiana nel mondo.

Mario Salvatore è considerato dalla critica specializzata uno egli interpreti più autentici del panorama musicale napoletano, come attestano il successo e il consenso riscossi sia in Italia che all’estero, dove ha sempre registrato una notevole partecipazione di pubblico.

Il nome e l’attività del cantante, tra l’altro, sono stati inseriti nella “Nuova Enciclopedia della Canzone Napoletanata”, realizzata da Pietro Gargano.

Un interprete, Mario Salvatore, le cui calde sfumature vocali, i raffinati arrangiamenti e la narrazione filologica con cui presenta i suoi brani, coinvolgono gli spettatori.

Nel repertorio in programma per il concerto del “Giordano” sono inserite canzoni derivanti dalla più genuina tradizione popolare, come le “colascionate” e le tarantelle, per poi passare all’800, l’avvento della festa di Piedigrotta e la nascita dell’editoria musicale, l’incontro di personaggi rappresentativi della canzone d’autore, come Salvatore Di Giacomo – coadiuvato da Pasquale Mario Costa e Francesco Paolo Tosti – ed altri personaggi straordinari della canzone popolare, tra i quali Salvatore Gambardella.

Ed ancora, gli spettatori potranno ascoltare le serenate composte dagli autori più prolifici di questo genere musicale, come Vincenzo Russo e Eduardo Di Capua.

Infine, i grandi successi internazionali del ‘900, quando Napoli si consacrò come capitale musicale e canora della cultura meridionale grazie al genio di autori ormai mitici che rispondono ai nomi di Libero Bovio, Ernesto Murolo, Gaetano Lama, E.A. Mario (il re Mida della canzone napoletana), Ernesto Tagliaferri, Evemero Nardella, Eduardo Nicolardi, fino ad arrivare agli ultimi grandi innovatori: Renato Carosone, Domenico Modugno e Sergio Bruni.

Inizio spettacolo ore 21.00

Prezzi biglietti

Posto unico numerato € 10.00

Loggione € 7.00

I biglietti sono in vendita nel circuito online Bookingshow al sito www.bookingshow.it

Per informazioni chiamare il numero telefonico 347. 5554072

Eventi Notizie

Leave a Reply