Presentazione di “Papaveri rossi Il soffio caldo del favonio” di Giuseppe Messina

papaveri-rossi-ritaglio

papaveri-rossiPresentazione di “Papaveri rossi Il soffio caldo del favonio” di Giuseppe Messina, presso la sala “Rosa del vento” della Fondazione Banca del Monte, il 15 dicembre prossimo, alle ore 18,00.Il professor SAVERIO RUSSO porgerà il saluto della Fondazione.

Modererà e introdurrà la professoressa ROSSELLA PALMIERI, docente di Letteratura teatrale italiana nel Dipartimento Studi Umanistici, Università di Foggia.
Presenterà la dottoressa SIMONETTA BONOMI, soprintendente all’Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Foggia e BAT.
Saranno letti alcuni brani (pochi!) del libro.
L’architetto Roberto Carreca ci farà ascoltare alcune canzoni della tradizione popolare.
Le atmosfere rievocate da Giuseppe Messina aiutano a riconciliarsi con i luoghi e le persone. Perché le città, anche quella che poteva essere e invece non è, come Foggia protagonista in queste pagine dense, sono fatte anche di odori, luoghi, persone. Chi non ha avuto la gioia di poter giocare tra i papaveri rossi (in alcune zone della periferia foggiana se ne vedono ancora) o di lasciarsi andare al vento caldo del “favonio”, si è perso qualcosa di poetico. E in questo suo percorso letterario, a metà tra sogno onirico e diario di bordo, Messina ci conduce con leggerezza tra le sensazioni perdute e le bellezze paesaggistiche che restano tali anche quando non c’è più la spensieratezza degli anni vissuti e che, trascorsi, non ritornano ma lasciano lo spazio al ricordo. Mai banale, nel tratteggio di Giuseppe Messina c’è un inno alla sacralità dei luoghi, come quello dei terrazzani di Foggia, che non a caso stregarono poeti, pittori e registi. E poi la storia al femminile,ritagliata su figure possenti e autorevoli. Un viaggio non a ritroso, ma un viaggio nella cronaca che diventa storia, nei riti, nell’angoscia di una guerra che aveva seminato danni e lutti, ma che dopo l’ultima notte aveva rimesso in moto anche la speranza. Uno stato d’animo che accompagna il vissuto di Giuseppe Messina in questa lunga appassionata confessione.

Notizie

Leave a Reply