Primo appuntamento con la rassegna “Realtà.doc” al Cineporto di Foggia: il 28 luglio proiezione di “Dal profondo” alla presenza della regista Valentina Pedicini.

Realtà.doc - banner 28 luglio

Al via il 28 luglio presso i Cineporti di Puglia/Foggia “Realtà.doc“, rassegna di documentari finanziata da Apulia Film Commission a valere su risorse FSC 2007-2013 “Cineporti di Puglia” e organizzata dall’agenzia di comunicazione We Build Communication.

La rassegna, che vede la direzione artistica di Annalisa Mentana e l’organizzazione generale del regista Luciano Toriello, si propone di essere un focus sull’evoluzione del documentario in Italia, al fine di discutere con registi e autori sulle nuove possibili frontiere del racconto e della rappresentazione della realtà sul grande schermo.

In programma per il primo dei tre appuntamenti la proiezione di “Dal profondo“, documentario per la regia di Valentina Pedicini prodotto da La Sarraz Pictures in collaborazione con Rai Cinema. Il film, vincitore tra l’altro del Premio Solinas Documentario per il Cinema, del Premio Doc.it al Festival Internazionale del Cinema di Roma 2013 e di una Menzione Speciale ai Nastri d’Argento 2014, è stato interamente girato a 500 metri di profondità, nelle miniere di carbone del Carbosulcis raccontate dal punto di vista di Patrizia, unica minatrice donna in Italia.

A seguire la proiezione Luigi Abiusi, critico letterario e cinematografico e direttore della rivista online di cultura cinematografica uzak.it, converserà con la regista e il direttore della fotografia Jacob Stark.

Ingresso gratuito, ore 21.00.

Cineporti di Puglia/Foggia si trova al km 2,00 di via San Severo.

Per info: realta.doc@gmail.com

Evento fb: https://www.facebook.com/events/1514858835455799/

www.webuildcommunication.it

Sinossi del film

Dove si finisce quando si muore?

Sottoterra”, ci hanno sempre insegnato.

Dal Profondo” ribalta le prospettive mostrando come 500 metri sotto il livello del mare si nasconda, invece, la vita. Una lunga notte senza fine, senza stagioni, senza tempo. Un lavoro secolare che è orgoglio, maledizione.

Chilometri di gallerie. Buio. Uomini neri.

Una donna. Patrizia, unica minatrice in Italia dialoga con un padre morto, un ricordo mai sepolto.

150 minatori, gli ultimi, pronti a dare guerra al mondo “di sopra” per scongiurare una chiusura ormai imminente.

Un’esperienza unica per chi ha filmato, per chi guarderà, per chi quel mondo “capovolto” l’ha costruito.

Il tutto al ritmo di una preghiera che ai morti è dedicata, ai vivi chiede ascolto: “De profundis, clamavi ad te, o Domine…”.

La regista

Valentina Zucco Pedicini nasce a Brindisi nel 1978. All’età di 18 anni si trasferisce a Roma dove si dedica agli studi di Filologia e Linguistica italiana.

Frequenta poi la Scuola Internazionale di Documentario Zelig, dove si diploma con il massimo dei voti in Regia.

I suoi documentari sono selezionati in numerosi festival nazionali e internazionali.

Dal Profondo è stato selezionato per l’Idfa Accademy, il Berlinale Talent Campus ed ha vinto il Premio Solinas 2011, Documentario per il Cinema.

Dal Profondo” è il suo primo lungometraggio dopo “My Marlboro City”, “Mio Sovversivo Amore“ e “Pater Noster”.

Eventi Notizie

Leave a Reply