Torna “Libando, viaggiare mangiando”, II edizione del festival del cibo di strada – Dal 17 al 19 aprile il centro storico di Foggia sarà animato da una nutrita serie di manifestazioni all’insegna della gastronomia tipica e del turismo locale e internazionale

Dopo il grande successo dell’anno scorso, si appresta a prendere il via la II edizione di “Libando, viaggiare mangiando”, festival del cibo di strada, che tornerà ad animare il centro storico di Foggia dal 17 al 19 aprile con chioschi, street art, tavole rotonde, presentazione di libri, mostre a tema, ospiti famosi, pulmini itineranti  provenienti, oltre che dal nostro territorio, da altre Regioni italiane e dall’area del Mediterraneo (Spagna, Marocco, Grecia), ciascuno portando con sé prodotti, ingredienti e ricette antiche di preparazione del cibo di strada, tipico delle culture gastronomiche di queste aree geografiche.

La manifestazione, ricordiamo, era stata presentata ufficialmente alla Borsa Internazionale del Turismo, tenutasi a Milano dal 12 al 14 febbraio scorso, dal sindaco di Foggia, Franco Landella, dall’Assessore comunale alla Cultura, Anna Paola Giuliani, dal dirigente dello stesso Assessorato, Carlo Di Cesare, e inoltre dall’organizzatrice dell’evento Ester Fracasso ed il presidente dell’associazione “Streetfood”, Massimiliano Ricciarini.

Il Comune di Foggia – tramite l’Assessorato alla Cultura e al Turismo –  è stato il promotore dell’iniziativa, avendo appoggiato fin da subito gli organizzatori nell’allestimento dell’evento, in sinergia con altre istituzioni ed associazioni di settore: uno sforzo organizzativo fondamentale per dare vita ad una simile manifestazione di grande prestigio e risonanza, capace di valorizzare ampiamente il nostro territorio, nei suoi aspetti più significativi.

Le associazioni che hanno organizzato il festival sono “Street Food e “Di terra, di mare”, unitamente all’impresa creativa “Redhot”; “Libando” vanta anche il patrocinio di Regione Puglia e PugliaPromozione.

“Lo street food – ha sottolineato il sindaco di Foggia, Franco Landella – costituisce una componente significativa della tradizione gastronomica locale: un autentico biglietto da visita di una città e di una provincia, nei confronti di turisti e visitatori”.

“Eventi come questo – ha affermato Landella – sono indubbiamente una risorsa preziosa per richiamare l’attenzione generale in un mondo multimediale e globalizzato come quello in cui viviamo, tanto più quando una manifestazione coniuga a questo aspetto la conoscenza e la promozione culturale di una terra come la Capitanata, concorrendo in misura determinante alla sua crescita”.

Un’occasione importante, dunque, anche per proporre itinerari alternativi alla scoperta della provincia di Foggia, all’interno di una manifestazione di respiro internazionale che riunisce gli operatori turistici provenienti da tutto il mondo, tantissimi visitatori, appassionati di viaggi,  media della carta stampata e televisiva.

Oltre agli stand e chioschi enogastronomici, sarà allestita un’area show-cooking, dove sarà possibile assistere alle performance dello chef Sergio Barzetti, del gastronomo Carlo Cambi, popolari ospiti del programma Rai “La prova del cuoco”, oltre che di diversi chef della Capitanata.

Da segnalare, inoltre, alcuni convegni di particolare interesse, organizzati per offrire chiarimenti e  spunti di riflessione.

Il primo, in programma venerdì 17 aprile presso la Camera di Commercio di Foggia, su “Cibo di strada: regole comunitarie e tradizione a confronto”, e l’altro, nella giornata successiva, dedicato al prodotto principe del nostro territorio: “Il grano, il cibo di strada e il Mediterraneo”, che si svolgerà al Museo Civico.

Ma “Libando” offrirà ai visitatori anche una nutrita serie di iniziative, non solo all’insegna del cibo, ma anche alla scoperta di luoghi poco conosciuti della nostra regione, grazie ai pacchetti turistici inseriti nel circuito di Vacanzattiva! – il primo network italiano dedicato agli appassionati della vacanza attiva – che prevedono anche itinerari da percorrere in bicicletta.

Infine, ricordiamo, che il festival del cibo di strada costituirà una valida occasione da offrire a studenti e docenti dell’Istituto alberghiero di Margherita di Savoia, che potranno così confrontarsi con una parte importante della cultura gastronomica – quella del cibo di strada – costituita da ingredienti poveri ma ricchi di tradizione e identità territoriale.

Il programma

Eventi Notizie

Leave a Reply