“Tutto suona & balla” laboratorio completamente gratuito e dedicato ai giovani

TuttosuonaeballaBanner

“TUTTO SUONA & BALLA”, il 28 e 29 gennaio un atelier sul ritmo, il corpo e la voce condotto da Andrea Bartolomeo e promosso dall’Associazione Emmaus. L’iscrizione al laboratorio, dedicato ai giovani, è completamente gratuita
L’evento si concluderà domenica pomeriggio con uno spettacolo musicale aperto a tutti
Un’esperienza di gruppo per favorire la comunicazione, la collaborazione e l’integrazione oltre che lo sviluppo del senso ritmico e metrico della musica, dei vari linguaggi creativi ed espressivi, la coordinazione motoria, l’attenzione all’ascolto, fino agli aspetti strutturali della composizione ritmico/musicale e all’esplorazione dei colori e delle dinamiche del suono.
“Tutto suona & balla” è il laboratorio completamente gratuito e dedicato ai giovani (sabato 28 e domenica 29 gennaio, presso la Casa del Giovane e il villaggio Don Bosco), alla scoperta del ritmo in tutte le sue forme: dai canti etnici alla body percussion, dalla creazione di ritmi con oggetti di recupero alle danze popolari.
TuttosuonaeballaBanner
Il laboratorio è curato da Andrea Bartolomeo, attore, regista e docente di Teatro, integra nel lavoro teatrale elementi di culture e scienze diverse nel tentativo di restituire al Teatro un ruolo attivo nei processi di trasformazione sociale. È presente nei più importanti Festival internazionali di Teatro, dal Sud America all’Asia e negli ultimi anni collabora con diverse compagnie teatrali europee e con artisti, musicisti, danzatori, performer e videomaker.
Durante la due giorni di laboratorio verranno presentate ai partecipanti tecniche e pratiche volte ad ampliare il potenziale espressivo e a coltivare la musicalità del corpo, sviluppando la sensibilità ritmica individuale e di gruppo. Nello specifico il programma del seminario si dividerà in diversi capitoli tematici: “Il corpo e la voce: respirazione, suono e canto in azione; “Esercizi e sequenze ritmiche individuali e collettive”; “Body Percussion”; “Percussioni urbane: ritmi con oggetti di recupero”; “Step/Clap/Sing: dissociazione delle varie parti e funzioni del corpo per la costruzione di ritmi”.
I partecipanti dovranno avere con sé almeno un oggetto da percuotere (per esempio un bidone, un secchio o un fusto in plastica o metallo, come da immagini in allegato) e almeno due bacchette di legno (manici di martello, bacchette da batteria, etc.)
Si comincia, dunque, sabato 28 gennaio, dalle 16 alle 19, presso la Casa del Giovane con la prima parte del laboratorio per poi spostarsi presso il Villaggio Don Bosco domenica 29 gennaio, dalle 8.30 alle 11 e ancora dalle 15 alle 16. Infine sempre domenica, alle 17, e sempre al Villaggio Don Bosco si terrà il concerto-saggio finale, aperto a tutti e all’interno del quale verranno presentati i risultati del laboratorio.
Durante la performance-concerto, cui si uniranno altri musicisti professionisti di varie provenienze geografiche e artistiche (voce: Andrea Bartolomeo; fisarmonica: Filippo Morelli; tamburelli, cucchiai, castagnette, marranzani e voce: Vittoria Agliozzo; chitarra, cajon, zumpettana e voce: Mico Corapi) si traccerà un viaggio musicale dall’Italia ai Balcani, immersi nell’atmosfera di gioia e di festa tipica delle tradizioni popolari, momenti tutti da ballare ed ascoltare. Strumenti tipici della nostra tradizione e non solo, mescoleranno sapientemente melodie e ritmiche di varie provenienze, cantate in vari dialetti e lingue. Il concerto vedrà protagonista – con ritmi, danze e canti – anche i giovani partecipanti all’atelier.
Per informazioni sul laboratorio:
Annachiara 0881 770866; Filomena:3286843312; mail: segreteria@emmausfoggia.org

Notizie

Leave a Reply